Purple Hearts
Main menu
Home
English
Scopo del sito
Mappa del sito
ID in pillole
Links
Ricerca
Libri stranieri
Libri italiani
Documenti
Contatto
Administrator
Login
Username

Password

Remember me
Forgotten your password?

RSS

Il Consiglio d`Europa attacca il disegno intelligente
Redazione  

 

Con il report "I pericoli del creazionismo nell'educazione" (n. 11297 - 8 giugno 2007) il Consiglio d'Europa (Committee on Culture, Science and Education) attacca il creazionismo e il disegno intelligente e promuove l'evoluzionismo a dogma indiscutibile e fondamentale della comunità europea.

 

Si tratta di un lungo documento la cui faziosità politica e la cui arroganza culturale sono pari solo alla disinformazione e all'assurdità scientifica. Affinché il lettore si possa rendere conto che non stiamo esagerando ne traduciamo alcuni passi.

"Dal punto di vista scientifico non c'è assolutamente alcun dubbio che l'evoluzione è la teoria fondamentale per la comprensione dell'Universo e della vita sulla Terra. Il creazionismo in tutte le sue forme, compreso l''intelligent design', non è basato sui fatti, non usa alcun ragionamento scientifico e i suoi contenuti sono pateticamente inadeguati per l'insegnamento della scienza" [Sommario].

 

Dubbi circa il Darwinismo ce ne sono sempre stati molti e mai tanti come oggi. Vedi per esempio qui quanti sono gli scienziati dissenzienti (e continuano ad aumentare). Il disegno intelligente è basato sui fatti e sull'evidenza scientifica, usa metodi matematici e statistici rigorosi e non si basa su testi sacri.

"L'Assemblea del Parlamento è preoccupata per i possibili effetti dannosi dell'espandersi delle teorie creazioniste entro i nostri sistemi educativi e per le conseguenze alla nostre democrazie. Se non stiamo attenti il creazionismo potrebbe diventare un pericolo per i diritti umani che sono un valore chiave del Consiglio d'Europa." [A 1, B 104]

 

Questa accusa va rispedita al mittente. Se c'è qualcuno che sta ledendo i diritti umani è proprio il Consiglio d'Europa con questo suo isterico attacco al ... diritto umano di dissentire dall'evoluzionismo e al diritto umano di non credere alla menzogne imposte dall'alto.

"Il creazionismo ha molti aspetti contradditori. La teoria del 'disegno intelligente', che è l'ultima, più perfezionata versione del creazionismo, non nega un certo grado di evoluzione ma afferma che è opera di un'intelligenza superiore e non della selezione naturale. Sebbene più sottile nella sua presentazione, la dottrina del disegno intelligente non è meno pericolosa." [A 7, B 93]

 

La teoria del disegno intelligente (e neanche il creazionismo) non nega la microevoluzione. Essa sostiene soltanto che la vera complessità (come quella biologica) non può sorgere senza progettazione. In quanto ad aspetti contraddittori, qui il bue dal del cornuto all'asino: se c'è una pseudo-teoria assurda da tutti i punti di vista questa è la macroevoluzione Darwiniana (basta leggere gli articoli del nostro sito per rendersene conto).
"Il metodo scientifico non è ancora ben compreso e ciò è capace di propiziare lo sviluppo di ogni genere di fondamentalismo ed estremismo, sinonimi di attacchi di inaudita virulenza ai diritti umani. Il rigetto della scienza è decisamente uno dei più seri pericoli per i diritti umani e civili." [A 11, B 96]

 

Questo del rigetto della scienza è una calunnia velenosa. Chi critica il Darwinismo non vuole criticare tutta la scienza ma solo la pseudo scienza o la falsa scienza, quale il Darwinismo è. Anzi proprio l'assunzione e il corretto uso delle ricerche scientifiche teoriche e pratiche più avanzate permette al movimento del disegno intelligente di muovere le accuse più devastanti al Darwinismo.

"Negarla [l'evoluzione] potrebbe avere gravi conseguenza per lo sviluppo delle nostre società.  Gli avanzamenti nella ricerca medica allo scopo di combattere le malattie infettive come l'AIDS sono impossibili se ogni principio dell'evoluzione è negato." [A 10, B 95] ... Fondamentalmente l'evoluzione pervade tutta la ricerca medica. Come potremmo vivere in un mondo senza medicina? [B 82]

 

La medicina moderna ha bisogno del Darwinismo come l'informatica ha bisogno dei miti atzechi. Per una confutazione dell'assurda equazione evoluzione = scienza medica vedi qui e qui .

"I movimenti creazionisti posseggono potere politico reale. Il fatto è che, e questo è stato detto in parecchie occasioni, i sostenitori del creazionismo stretto vogliono sostituire la democrazia con la teocrazia." [A 12]

 

Questa accusa sprofonda nella sua stessa ridicolaggine. Quando andate a votare alla elezioni politiche vi sarete accorti quanti simboli di partiti creazionisti sono presenti sulla scheda!

"I recenti cambiamenti nel virus dell'AIDS evidenziano la capacità di ogni organismo di evolvere." [B 20] ... La resistenza di molti insetti ai nuovi pesticidi mostra che essi sono capaci di adattarsi al nuovo ambiente nel quale solo quelli che sono più resistenti sopravviveranno. Anche la resistenza [dei batteri] agli antibiotici ci dice molto." [B 21]

 

La mutazioni dei virus dell'AIDS evidenziano la capacità dei virus AIDS di trasformarsi in altri ... virus AIDS (non in organismi superiori). Idem per i batteri e gli insetti. Fra microevoluzione e macroevoluzione c'è un abisso e voler estrapolare la seconda dalla prima è un fondamentale errore del neo-Darwinismo.

"Conclusione: la negazione dell'evoluzione è particolarmente pericolosa all'educazione dei giovani." [B 79]

 

Questa conclusione ridicola riguardo ai giovani fa il paio con la predizione esagerata precedente che "negare l'evoluzione potrebbe avere gravi conseguenze per lo sviluppo delle nostre società". Credevate mica che i pericoli che sovrastano le nuove generazioni europee siano la droga, l'estremismo politico, il terrorismo, l'arruolamento nel terrorismo, le situazioni familiari disastrose, la disoccupazione, la mancanza di valori e principi, le guerre di tutti i generi, la fame, l'incertezza nel futuro, l'inquinamento ambientale, lo pseudo-spiritualismo, le malattie infettive e degenerative, ecc. (e questa non è certo una lista completa). No, ciò che è "particolarmente pericoloso" è che essi possano essere scettici sull'evoluzionismo, cioè possano nutrire dubbi sulla capacità dei processi materiali ciechi e casuali di produrre da zero la complessità biologica.

 

Da un Parlamento del Consiglio d'Europa ci si sarebbe almeno aspettati che fosse in grado di non rendersi ridicolo.