Purple Hearts
Main menu
Home
English
Scopo del sito
Mappa del sito
ID in pillole
Links
Ricerca
Libri stranieri
Libri italiani
Documenti
Contatto
Administrator
Login
Username

Password

Remember me
Forgotten your password?

RSS

Dieci anni dopo
Redazione  

 

Dieci anni fa nasceva questo sito che ha contribuito a far conoscere in Italia il "disegno intelligente" (ID), una teoria in grado di capire se un sistema è progettato o è dovuto al caso.

Un lettore ci ha chiesto cosa è cambiato in questi dieci anni nel dibattito fra ID/creazionismo ed evoluzionismo. In breve si può rispondere che:

(1) Nessuna prova della macroevoluzione biologica non progettata di tutte le specie, dall'ameba all'uomo, è stata fornita dagli evoluzionisti.

(2) Nessuna simulazione al computer (nonostante l'enorme aumento della potenza elaborativa) ha riprodotto in silico neanche un infinitesimo di quanto la suddetta macroevoluzione comporta.

(3) In vivo, cioè in natura e in laboratorio, nessun esempio di macroevoluzione in azione è stato rilevato. Nel famoso esperimento a lungo termine di Lenski su Escherichia Coli (appositamento dedicato a provare la loro macroevoluzione) i batteri continuano testardamente a rimanere batteri.

(4) Sono stati trovati nuovi fossili che gli evoluzionisti attribuiscono ad umanoidi supposti anelli di congiunzione fra la scimmia e l'uomo. Ma è ovvio che nessun fossile, per definizione statico, può provare una trasformazione, per definizione dinamica.

(5) Sono stati trovati nuovi errori nei software di comparazione genomica, che da soli bastano ad inficiare i risultati. In particolare si è scoperto che il genoma dello scimpanze è stato fabbricato a partire da quello umano. Sfido che risultano simili...

(6) Non è cambiata la propaganda Darwiniana in tutti i tipi di mass media e nei libri scolastici di ogni ordine e grado, con la sua sequela di inesattezze. Per esempio, viene detto che l'ID/creazionismo sostiene la fissità delle specie, cioè nega ogni mutamento. Ma quando mai. Noi neghiamo solo che gli immensi incrementi di organizzazione/informazione biologica (impliciti nella macroevoluzione) possano essere prodotti dal caso e dalla selezione naturale.

(7) Gli studi in tutti i campi della biologia (molecolare, genetica, genomica, cellulare, embriologica, dei sistemi, genetica delle popolazioni...) evidenziano sempre di più l'incredibile complessità organizzativa della vita.

(8) I sostenitori dell'ID e i creazionisti hanno sempre vita difficile e il loro dissenso viene spesso soffocato con dissuasioni che possono arrivare alle aule di tribunale. Ad esempio, un nostro amico sostenitore dell'ID è stato licenziato dalla NASA perché aveva imprestato ad un collega un CD-ROM sull'ID.

(9) Sono stati trovati nuovi meccanismi biologici (epigenetici, indipendenti dal DNA) che mostrano sempre di più come gli organismi siano sofisticatissimi sistemi cibernetici progettati fin dall'inizio per rispondere con cambiamenti evolutivi intelligenti ad ogni stimolo interno e dell'ambiente ed eventualmente trasmettere le variazioni alla discendenza.

(10) Per finire possiamo dire che in tutto il mondo (anche in Italia) sono aumentati coloro che sono interessati al dibattito sull'evoluzione e l'ID/crezionismo e fra questi anche coloro che sono giunti alla conclusione che l'evoluzionismo non è affatto una teoria scientifica dimostrata bensì solo un'impostura ben progettata.