Purple Hearts
Main menu
Home
English
Scopo del sito
Mappa del sito
ID in pillole
Links
Ricerca
Libri stranieri
Libri italiani
Documenti
Contatto
Administrator
Login
Username

Password

Remember me
Forgotten your password?

RSS

Il significato della nostra testata grafica - The meaning of our graphic header
Redazione - Staff  

 

Poteva un sito web come Progetto Cosmo, che si prefigge di illustrare almeno un po' la progettualità del cosmo, avere una testata grafica senza significato o casuale? Certamente no.

Cerchiamo quindi di spiegare al gentile lettore i motivi per i quali è stata fatta questa scelta grafica piuttosto che un'altra qualsiasi. Come i teorici dell'Intelligent Design (alcuni scritti dei quali compaiono in questo sito) ci insegnano, progettare vuol anche dire scegliere fra molte possibilità. Perchè dunque abbiamo scelto di mettere nella testata due disegni antichi (di Leonardo Da Vinci) e in mezzo una fotografia che rappresenta uno scorcio dell'universo (l'incredibile Nebulosa Nera Testa di Cavallo in Orione)?

Per spiegarlo bisogna risalire ad un concetto che la cosmologia antica aveva ben chiaro: la dualità, o meglio, la complementarità cosmica fondamentale. Pur essendo il principio della manifestazione unico, esso, per formare l'universo, deve in certo qual modo originare due principi complementari. In occidente tali principi sono stati chiamati Essenza e Sostanza (oppure Qualità e Quantità, che Aristotele chiamava Forma e Materia). In estremo Oriente essi sono chiamati Yang e Yin (oppure Cielo e Terra). Anche il Cielo e la Terra in Genesi 1,1 possono intendersi come principi ("Dio creo` il Cielo e la Terra"). Da questi due principi sono poi generati tutte le cose e gli esseri presenti nell'universo. Inoltre si può dire che ogni cosa nell'universo partecipa di questi due principi in proporzioni diverse. La manifestazione è un dispiegarsi di possibilità che vanno dal polo Essenziale al polo Sostanziale. In campo biologico un "segno" piuttosto visibile della complementarità cosmica è la sessualità. Maschile e femminile sono due categorie che derivano rispettivamente dall'Essenza e dalla Sostanza. Questo fermo restando che sia l'uomo che la donna (come qualsiasi altra cosa nella manifestazione) sono composti di entrambi i principi. L'Essenza e la Sostanza puri non esistono nell'universo perchè essi sono dei limiti non raggiungibili. Nel cosmo non ci può essere una cosa che non abbia Qualità oppure che non abbia Quantità.

Ecco allora che - nella nostra testata - il disegno dell'uomo posto sulla sinistra simbolizza l'Essenza (egli, ammirando la volta stellata al di sopra di se stesso, ci indica una direzione verso l'alto). La donna posta sulla destra simbolizza invece la Sostanza (il fatto che mostri alcuni suoi "dettagli interni" può indicare una direzione verso il basso). Nel mezzo si dispiega l'universo i cui componenti partecipano dei due principi in indefinite proporzioni e modalità. Nella foto astronomica compare anche una specie di "vibrazione" che sta a simbolizzare l'"eco" del Fiat Lux iniziale che, secondo la Genesi, ha dato inizio al cosmo.

Vi chiederete a questo punto se quanto detto ha riferimenti nella scienza moderna. A nostro parere si. E` possibile anche nella scienza moderna trovare concetti che sono derivazioni dei due principi cosmologici fondamentali. Da Einstein in poi si sa che materia ed energia sono imparentate ed interscambiabili. Materia ed energia sono in relazione agli aspetti sostanziali del mondo. C'è allora anche qualcosa nella scienza moderna che può essere messo in relazione all'essenza? In mancanza di termini più precisi pensiamo che - nel pensiero moderno - sia l'"informazione" quella più idonea a rappresentare gli aspetti essenziali del cosmo. Infatti i teorici dell'Intelligent Design proprio sull'informazione si basano per dimostrare la presenza della progettualità nel cosmo.

Uno dei risultati più indiscussi della scienza moderna è il rilevamento del Big Bang, ovvero di un evento singolare a partire dal quale la materia e l'energia dell'universo si sono espansi. Per tutto quanto si è detto prima, non sarebbe logico considerare anche una sorta di "Big Installation", ovvero di una "iniezione" iniziale di informazione da parte del Logos per dare origine a questo sistema altamente ordinato e pieno di informazione chiamato cosmo? Infatti nell'informatica la dualità cosmica fondamentale si riflette nei due termini chiamati hardware (il computer) e software (il programma). Mentre l'hardware è più legato alla sostanza, il software ha più relazione con l'essenza. Possiamo concludere che, il caricamento, l'installazione del software nell'hardware allo startup può simbolizzare il "Fiat Lux" iniziale, l'azione del Logos che, prima dei tempi, unendo la qualità dell'essenza alla quantità della sostanza, forma il cosmo ordinato dal caos disordinato, e manifesta, per chi sa vedere, l'opera del Grande Progettista Dell'Universo.

English version

Could a web site as Progetto Cosmo, which wants to illustrate just a bit of the cosmic design, have a graphic header without meaning or casual? Certainly not.

Hence let's try to explain to the gentle reader the reasons for which we have done this graphic choice instead of something else. As the Intelligent Design theorists teach us (some papers of whom stay in this site), in every field "to design" means also to choice among many possibilities. Thus why have we chosen to lay out in the header two ancient drawings (by Leonardo Da Vinci) and in the middle of them a photograph representing a glimpse on the universe (the incredible Dark Nebula Horsehead in Orion)?

To explain that we must remember a concept that the ancient cosmology takes as a must: the duality - or better - the fundamental cosmic complementation. Although the principle of manifestation is unique, it, to form the universe, has to originate in some manner two complementary principles. In the West such principles are named Essence and Substance (or Quality and Quantity, which Aristotle called Form and Matter). In the Far East they are called Yang e Yin (or Sky and Earth). Also "Sky and Earth" in Genesis 1,1 can be interpreted as principles ("God created Sky and Earth"). Then from these two complementary principles all things and beings of the universe are generated. We can say that every thing in the universe participates of these two principles in different proportions. This manifestation is a deployment of possibilities ranging from the Essential pole to the Substantial pole. In the biological field a "sign" quite visible of this cosmic complementation is the sexuality. Male and female are two categories deriving from respectively Essence and Substance. Anyway obviously both man and woman (as every other thing in the manifestation) are composed of both the principles in various proportions. Pure Essence and pure Substance don't exist in the universe because they are limits not reachable. In the cosmos there is nothing without Quality or without Quantity.

In our graphic header, the drawing of man placed on the left symbolizes the Essence (he, who is admiring the starred sky upon him, indicates to us the upward direction). The drawing on the right shows a woman. She symbolizes the Substance pole (the fact she shows some "internal details" could indicate a bottomward direction). In the middle between them the universe stays, the components of which participate of the two principles according to indefinite proportions and modalities. In the astronomical photo there is also a sort of "vibration" symbolizing an "echo" of the initial "Fiat Lux", which - according to Genesis - started the cosmos.

At this point you might ask whether all that has some references in modern science. In our opinion the answer is yes. It is possible also in modern science to find concepts that are derived from those two fundamental cosmic principles. From Einstein we know that matter and energy are related each other and interchangeable. Matter and energy are in relation to the substantial aspects of the world. Therefore, is there something in modern science that could be related to the essential aspects of the world? Lacking of more precise terms, we think that - in the modern thought - information is the more apt to represent the essential aspects of the cosmos. In fact the Intelligent Design theorists indeed on information base their proofs of the presence of design in the cosmos.

One of the more unquestioned results of modern science is the evidence of the Big Bang, i.e. the singular event in the past from which matter and energy of the universe were expanded. From all that we said before, wouldn't it be logical to consider also some sort of "Big Installation", i.e. an initial "injection" of information by Logos to originate this extremely ordered and information-rich system called cosmos? In informatics the fundamental cosmic complementation reflects into two well-known terms: hardware (computer) and software (programs). While hardware is more tied to substance, software is more related to essence. To sum up, we can say that the loading, the installation of software into hardware at the startup can symbolize the initial "Fiat Lux", the action of Logos, who, before time, joining quality of essence and quantity of substance, formed the ordinate cosmos from the disordered chaos, showing, to whom is able to understand, the opera of the Great Designer Of The Universe.